Liposuzione

Eliminare il grasso in eccesso per rimodellare le forme

L'eccesso di adipe e la difficoltà a perdere peso accomuna donne e uomini di tutte le età.

Intervenire chirurgicamente con la liposuzione è una delle alternative possibili per rimuovere il tessuto adiposo in eccedenza, senza causare cicatrici vistose e agendo su zone localizzate del corpo.

I benefici di questa tecnica sono più evidenti quando si interviene nell'area trocanterica (parte alta delle cosce), in quella addominale (quando si tratta di un piccolo accumulo di grasso nella zona sottombelicale), sui fianchi, nella parte interna del ginocchio e sotto il mento.

L'intervento

L'intervento viene eseguito in anestesia locale, spinale/epidurale oppure anche in anestesia generale, in base all'estensione dell'area da operare e ad eventuali richieste del paziente.

Il Chirurgo rimuove il tessuto adiposo in eccesso attraverso una cannula collegata a un apparecchio aspirante, inserita sotto la pelle attraverso una piccola incisione in prossimità della zona da trattare. Mediante precisi movimenti il Medico procede a rompere le cellule adipose con la cannula, che contemporaneamente le aspira.

La procedura consente al paziente di riprendere l'attività fisica solo 5-6 giorni dopo l'intervento, sebbene per almeno 10 giorni le zone trattate saranno estremamente sensibili alla pressione. Se il lavoro del paziente dovesse richiedere sforzi eccessivi, la convalescenza dovrà essere necessariamente prolungata.

La guida sarà consentita dopo 4-7 giorni e la ripresa dell'attività sessuale dopo solo una settimana.

Gli sport non potranno essere praticati prima di 3-4 settimane, in base alla sforzo fisico a cui il paziente dovrebbe sottoporsi.

Avvertenze, effetti indesiderati e indicazioni post operatorie

È meglio evitare di prendere aspirina o farmaci con lo stesso principio attivo per i 15 giorni precedenti e successivi all'intervento, poiché le proprietà anticoagulanti potrebbero determinare l'insorgere di sanguinamenti e complicazioni post-operatorie.

Alle pazienti che sono solite utilizzare contraccettivi orali viene richiesto di sospenderne l'assunzione un mese prima dell'intervento.

Dopo una settimana il paziente dovrà sottoporsi alla visita di controllo, anche se non sarà necessario rimuovere i punti di sutura, perché il Chirurgo durante l'intervento utilizza fili riassorbibili.

Il paziente non dovrà bagnare la zona operata per almeno 5-7 giorni e dovrà, inoltre, indossare una guaina compressiva per circa un mese.

Dopo l'operazione possono presentarsi alcuni effetti indesiderati, come i lividi dovuti ai movimenti sottocute della cannula. Dal giorno seguente all'intervento il paziente potrà iniziare trattamenti indicati dal Medico per eliminare gli edemi, le ecchimosi e il lieve dolore delle aree interessate dalla procedura.

Le principali complicanze che possono insorgere dopo la liposuzione sono:

- Infezioni, guaribili attraverso la somministrazione di antibiotici.

- Ematomi, che si riassorbiranno gradualmente o potranno essere sciolti attraverso trattamenti indicati dal Medico.

- Gonfiore, causato da una transitoria compromissione della circolazione linfatica nella zona operata. Il fenomeno si risolverà spontaneamente o con l'ausilio di massaggi linfodrenanti nel giro di un mese circa.

- Possibili infossamenti del profilo cutaneo causati da un'eccessiva retrazione cicatriziale, quando cioè la cicatrice si restringe. Eventuali asimmetrie e irregolarità sono correggibili, comunque, attraverso semplici operazioni di miglioramento estetico.

Istituto Medico Santa Chiara s.r.l. - Piazza Garibaldi, 8 - 21013 Gallarate (Varese) - T 0331 795272 - Cell 342 0433824
Sede legale: Corso Sempione, 32/A - 20154 Milano  |  P.IVA 07072120962 | Cap. soc. € 11.521,00  |  Disclaimer - Nota informativa | Privacy | Cookie Policy
Direttore sanitario: Dott.ssa Sarah Pigolotti – Medico Chirurgo – Specialista in Medicina Legale
Unique