Lipofilling

Ridefinire e riempire utilizzando il proprio grasso

Il lipofilling è un intervento estetico rigenerativo che prevede l'utilizzo di cellule adipose prelevate da zone in cui il grasso è in eccesso, per ridefinire altre parti del corpo come il seno, le mani, il viso o i glutei.

Il grasso autologo (proveniente dallo stesso soggetto ed estratto da aree come le cosce o l'addome), una volta purificato, viene infiltrato nella zona che il paziente intende riempire e rimodellare.

Il lipofilling è una procedura che non comporta rischi di allergie e garantisce un risultato estremamente naturale.


Lipofilling mammario

Sfruttando la naturalezza dei risultati che il lipofilling garantisce, molte donne decidono di ricorrere a questa tecnica, su consiglio del Medico, per intervenire anche sulla zona del seno.

L'intervento

Il lipofilling mammario si esegue in sala operatoria, sottoponendo la paziente ad anestesia spinale o generale.

Per procedere all'intervento sarà necessario sottoporsi a un esame clinico completo, alcuni test di laboratorio, un elettrocardiogramma e, se il Medico lo ritiene opportuno, un'ecografia mammaria.

Utilizzando la tecnica messa a punto da Coleman, il Chirurgo impiega un piccolo ago collegato a una siringa, per estrarre il grasso in eccesso dal sito donatore (generalmente addome, fianchi o cosce) e infiltrarlo nel seno. Il grasso viene opportunamente trattato e iniettato con siringhe da 1 cc sotto e sopra la ghiandola mammaria, lateralmente. Di norma un aumento ottimale del volume del seno si ottiene prelevando abbondanti quantitativi di cellule adipose, poiché sono necessari almeno 250-300 cc per mammella.

In questo caso la paziente va incontro a un doppio vantaggio: la perdita di grasso nelle parti in cui è presente un eccesso di tessuto adiposo (fase di liposuzione) e la ridefinizione delle forme e del volume del seno.

Poiché gli aghi utilizzati sono piccolissimi, al termine dell'operazione non resteranno segni visibili, eccetto un'unica cicatrice di 3 mm, localizzata nella zona di prelievo dell'adipe.

L'intervento si può ripetere più volte fino a raggiungere i risultati desiderati.

Il ritorno alle attività quotidiane potrà avvenire dopo solo una settimana di riposo, durante la quale la paziente non dovrà sottoporre a sforzi o compressioni le aree trattate e quelle di prelievo (cosce, fianchi, ginocchia e addome). Attività lavorative di ufficio potranno essere riprese, però, già dal giorno seguente all'intervento, mentre sarà necessario astenersi dall'attività sportiva per almeno 3-4 settimane.

Avvertenze, effetti indesiderati e indicazioni post operatorie

La paziente non potrà assumere aspirina o farmaci anticoagulanti per le 2 settimane precedenti e successive all'intervento, poiché potrebbero causare sanguinamenti e complicazioni.

Un mese prima dell'operazione le pazienti che ricorrono a sistemi di contraccezione orale dovranno sospendere l'assunzione del farmaco.

Dopo una settimana il Medico rimuoverà i punti e le successive visite di controllo si terranno dopo 1, 3 e 6 mesi.

La paziente dovrà fare attenzione a non subire compressioni o massaggi vigorosi per almeno 30 giorni.

Dopo l'intervento potrebbero presentarsi alcuni effetti indesiderati:

- Non si può escludere la presenza di dolori localizzati, che dovrebbero scomparire in circa 2-3 settimane. Tuttavia, se necessario, si può richiedere al Medico la prescrizione di analgesici e antidolorifici.

- Raramente possono mostrarsi arrossamenti, per lo più nei quadranti inferiori della mammella, che scompariranno gradualmente nell'arco di 30 giorni. In questo periodo è preferibile non esporsi al sole.

- Ecchimosi e gonfiori possono insorgere subito dopo l'intervento, ma si riassorbiranno gradualmente in 7-10 giorni.

Il lipofilling mammario può comportare alcune complicanze, anche se assai rare:

- Possono presentarsi infezioni, tuttavia curabili con terapia antibiotica.

- In alcuni casi, estremamente rari, si formano ematomi sottocutanei, che possono essere prevenuti con un'opportuna infiltrazione di anestetico con vasocostrittore, in grado di indurre una diminuzione della pressione sanguigna.



Lipofilling mani

Le mani con il loro aspetto mostrano più di ogni altra parte del corpo i segni dell'invecchiamento. La pelle del dorso delle mani, con l'avanzare dell'età, diventa più sottile e si riempie di macchie scure. La struttura ossea sottostante diviene sempre più visibile e sporgente.

Fra gli interventi che possono limitare o cancellare questi effetti dell'invecchiamento, si può ricorrere al lipofilling.

L'intervento

Il Chirurgo preleva piccoli quantitativi di grasso dai fianchi o dall'addome e li inietta sul dorso delle mani, effettuando l'intervento in day hospital con anestesia locale.

I risultati sono immediatamente visibili, tuttavia la procedura prevede un veloce riassorbimento del 25% del tessuto adiposo iniettato, che il Chirurgo previene con un meccanismo di ipercorrezione in modo da garantire un corretto volume del dorso e un risultato permanente.



Lipofilling glutei

Il lipofilling è una tecnica chirurgica naturale che rappresenta una valida soluzione per chi vuole ridefinire la zona dei glutei, riempiendola e rimodellandola grazie al tessuto adiposo prelevato in altre aree del corpo.

L'intervento

Il lipofilling ai glutei si esegue in sala operatoria, con il paziente sottoposto ad anestesia spinale con sedazione, per mezzo di farmaci calmanti, o anestesia generale.

Il Chirurgo utilizza un piccolo ago collegato a una siringa, per estrarre il grasso dalle aree in cui è più compatto, solitamente addome, fianchi o cosce. Una volta aspirato, il grasso viene opportunamente trattato per ricavare cellule staminali pure che andranno ad arricchire il tessuto adiposo da impiantare nel gluteo.

Nella maggioranza dei casi, il Chirurgo deve procedere a un abbondante prelievo di tessuto adiposo, poiché un buon risultato è garantito mediamente dall'infiltrazione di 200-500 cc di grasso per gluteo.

Il lipofilling, accompagnato da una fase di liposuzione localizzata e studiata attentamente dal Chirurgo in fase preoperatoria, offre dunque il doppio vantaggio di ridurre l'eccesso adiposo in alcune aree del corpo e aumentare il volume dei glutei.

Il procedimento può essere ripetuto più volte sino a ottenere la correzione desiderata, anche perché non lascia segni evidenti sul corpo, poiché gli aghi utilizzati sono piccolissimi. L'unica cicatrice (3 mm) sarà presente nelle sedi di prelievo del tessuto adiposo.

Data la scarsa invasività dell'operazione, la ripresa delle attività sociali è pressoché immediata, nonostante sia consigliata almeno una settimana di riposo per le aree di prelievo dell'adipe, come cosce, ginocchia e addome. Il ritorno all'attività sportiva, in particolare, non potrà avvenire prima di 3-4 settimane, a seconda delle sedi e dei volumi di prelievo del tessuto adiposo.

Avvertenze, effetti indesiderati e indicazioni post operatorie

Nei 15 giorni precedenti e successivi all'intervento si dovrà evitare l'uso di aspirina o farmaci simili, che potrebbero fluidificare eccessivamente il sangue e indurre l'insorgere di complicazioni.

I contraccettivi orali dovranno essere sospesi nel mese precedente all'operazione.

A seguito dell'intervento potrebbero presentarsi edemi, ecchimosi e lieve dolore, effetti indesiderati che scompariranno gradualmente, soprattutto se il paziente si sottoporrà a opportune terapie indicate dal Medico e somministrate già dal primo giorno successivo all'intervento.

Dopo la prima settimana il paziente si dovrà presentare alla visita di controllo, ma non sarà necessario rimuovere i punti, poiché nell'intervento vengono impiegati fili sottilissimi riassorbibili. Dopo 5-7 giorni il paziente potrà già tornare a bagnare la zona trattata, facendo il bagno o la doccia.

Sarà necessario indossare da subito una guaina compressiva permanente per circa 30 giorni e il gluteo non dovrà subire sollecitazioni o compressioni per almeno un mese.

Sebbene non siano frequenti, a seguito del lipofilling ai glutei, possono insorgere le seguenti complicanze:

- Infezioni, che possono essere trattate con terapie antibiotiche.

- Compromissione temporanea della circolazione linfatica e conseguenti ematomi, che si riassorbiranno spontaneamente o mediante massaggi linfodrenanti in circa un mese.

- Infossamenti o asimmetrie del profilo cutaneo, causate da un'eccessiva retrazione cicatriziale (restrizione della cicatrice). Si potrà intervenire facilmente per eliminarle con un successivo intervento ambulatoriale.



Lipofilling volto

Invecchiamento e dimagrimento sono fra le cause degli inestetismi del volto e portano alla perdita di volume di alcune zone come gli zigomi e le guance, che possono essere rimodellate e ridefinite attraverso interventi di lipofilling.

Questa tecnica chirurgica permette di dare maggiore definizione al volto e alle labbra, correggendo l'atrofia tipica dell'età avanzata, eliminando rughe e pieghe naso-labiali, ma anche difetti estetici causati dall'acne.

L'intervento

Il Chirurgo innesta del grasso autologo, ovvero cellule adipose prelevate da altre zone del corpo del paziente stesso, con esiti estremamente naturali e spesso permanenti. In alcuni casi possono rendersi necessari piccoli ritocchi successivi, a una distanza di 3-6 mesi dall'intervento iniziale.

La procedura è poco invasiva e il paziente in circa 7-10 giorni può tornare a svolgere le normali attività lavorative e sociali.

Avvertenze, effetti indesiderati e indicazioni post operatorie

Non sono previste controindicazioni particolari, dal momento che l'utilizzo di cellule adipose provenienti dal paziente stesso non può provocare l'insorgere di intolleranze o reazioni allergiche.

L'intervento può anche essere associato ad altre soluzioni di ringiovanimento del viso, in particolare interventi di lifting.

Istituto Medico Santa Chiara s.r.l. - Piazza Garibaldi, 8 - 21013 Gallarate (Varese) - T 0331 795272 - Cell 342 0433824 - F 0331 700707
Sede legale: Corso Sempione, 32/A - 20154 Milano  |  P.IVA 07072120962  |  Disclaimer - Nota informativa | Privacy | Cookie Policy
Direttore sanitario: Dott.ssa Maura Blini - Medico Chirurgo - Specialista in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva
Unique